Menu

Il nostro statuto

STATUTO

Art. 1 Costituzione

A norma dell’art. 36 e seguenti del Codice Civile, è costituita un’ Associazione denominata “Gruppo Gastrofili Val d’Alpone” con sede in Via Centro a Cattignano di San Giovanni Ilarione.

Art. 2 Scopi e finalità

Il “Gruppo Gastrofili Val d’Alpone” è un Gruppo apolitico, apartitico, non persegue scopi di lucro e non agisce a scopo di lucro.

Il “Gruppo Gastrofili Val d’Alpone” si dedica allo sviluppo della conoscenza dell’Astronomia e della Buona Tavola e vuole essere un punto d’incontro aperto a tutti e disponibile verso ogni attività utile a migliorare i rapporti fra le persone. I Soci del Gruppo sono impegnati per la difesa dell’ambiente sotto ogni aspetto.

Art. 3 I Soci

Possono essere Soci del Gruppo tutte le persone di ogni etnia, nazionalità, sesso e ceto sociale. Per diventare Soci è necessario fare domanda al Direttivo e pagare la quota sociale.

Verrà rilasciata una tessera con validità annuale rinnovabile con la corresponsione della quota sociale definita dal Direttivo.

I Soci si distinguono in Soci Ordinari, Soci Sostenitori, Soci Benemeriti e Soci Fondatori, tutti aventi pari diritto al voto ma soltanto se maggiorenni.

Sono Soci Ordinari coloro che versano la quota d’iscrizione annualmente stabilita dall’Assemblea o dal Direttivo.

Sono Soci Sostenitori coloro che, oltre alla quota ordinaria, erogano contribuzioni straordinarie a sostegno del gruppo.

Sono Soci Benemeriti coloro dichiarati tali dall’Assemblea per aver erogato particolari benefici morali e materiali al gruppo.

Sono Soci Fondatori coloro che hanno contribuito alla formazione del Gruppo ed hanno sottoscritto lo Statuto.

Il Socio ha diritto di:

  • partecipare alle Assemblee del Gruppo con diritto di discussione e di voto
  • eleggere ed essere eletto fra membri del Consiglio Direttivo
  • frequentare la sede Sociale
  • partecipare alle attività del Gruppo
  • proporre attività
  • avere eventuali facilitazioni in occasione delle attività del gruppo

Il Socio deve avere sempre e ovunque un comportamento adeguato allo spirito del Gruppo, deve impegnarsi nella diffusione del Gruppo e dei suoi obiettivi, deve impegnarsi nelle attività del Gruppo e sostenerlo anche economicamente se necessario.

La qualità di Socio si perde per dimissioni, per morosità, per indegnità conseguente a condanna penale che comporti l’interdizione dai pubblici uffici o per aver agito contro gli scopi del gruppo. Il Direttivo decide l’esclusione del Socio.

Art. 4 Organi del Gruppo

Sono Organi del Gruppo:

  • i Soci
  • l’Assemblea dei Soci
  • il Consiglio Direttivo
  • il Presidente, il Vicepresidente e il Segretario

Art. 5 Assemblea dei Soci

L’Assemblea dei Soci, regolarmente costituita, rappresenta l’universalità dei Soci e le sue decisioni, prese in conformità alla legge e al presente statuto, obbligano i Soci; all’Assemblea prendono parte tutti i Soci in regola con la quota Sociale.

L’Assemblea Generale è presieduta dal Presidente assistito dal Segretario ed è convocata una volta all’anno, entro il mese di gennaio, a proposito di:

  • nomina, a scadenza, il Consiglio Direttivo
  • presentazione conto consuntivo dell’anno precedente
  • presentazione del bilancio preventivo
  • presentazione del programma dell’attività annuale

L’Assemblea Generale deve essere convocata e indetta dal Presidente previa delibera del Direttivo che ne stabilisce la data, l’ora e l’ordine del giorno, con avviso che deve essere esposto nella bacheca sociale almeno cinque giorni prima della data fissata.

L’Assemblea deve essere convocata anche su richiesta motivata di almeno un terzo dei componenti il Consiglio Direttivo e/o su richiesta di almeno il 10% dei Soci aventi diritto di voto.

L’Assemblea Generale è valida, in prima convocazione, con la presenza di almeno la metà più uno dei Soci, aventi diritto di voto, e delibera con voto favorevole della metà più uno dei voti espressi; in seconda convocazione, da indirsi almeno un’ora dopo, l’Assemblea Generale è valida qualunque sia il numero dei Soci partecipanti, aventi diritto di voto.

Tutte le delibere dell’Assemblea sono prese a maggioranza semplice e con voti palesemente espressi, salvo che per le deliberazioni concernenti persone, o altre ipotesi previste dallo statuto, dove la votazione deve avvenire per voto segreto.

Per le modifiche dello statuto, per lo scioglimento del Gruppo e la devoluzione del patrimonio è necessaria la presenza di almeno la metà più uno dei Soci aventi diritto di voto.

Delle riunioni assembleari dovrà essere redatto apposito verbale firmato dal Presidente e dal Segretario e verrà conservato nella sede sociale.

Art. 6 Il Consiglio Direttivo

Il Gruppo è coordinato da un Consiglio Direttivo formato da almeno cinque persone elette a votazione segreta fra i Soci durante l’Assemblea Generale e le cariche sono gratuite.

I membri durano in carica tre anni e sono rieleggibili.

Il Consiglio Direttivo elegge al suo interno, a votazione segreta, il Presidente, il VicePresidente e il Segretario.

Il Consiglio Direttivo ha come compito l’organizzazione dell’attività del Gruppo, allacciare rapporti con altri gruppi o associazioni, rappresentare il Gruppo nei confronti di terzi, farsi portavoce di ogni iscritto.

Esso si riunisce di norma una volta al mese e ogni qualvolta lo ritenga necessario il Presidente, o dietro richiesta scritta dei due terzi dei membri del Direttivo stesso.

Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide con la presenza di almeno la metà più uno dei suoi membri.

I Consiglieri che risultassero assenti per tre sedute consecutive senza giustificata motivazione, potranno essere dichiarati decaduti con delibera del Consiglio Direttivo stesso.

In caso di vacanza, per qualsiasi motivo, di posti nel Consiglio Direttivo, i Consiglieri mancanti verranno sostituiti, fino al numero massimo di tre, con i Soci che, secondo i risultati delle ultime elezioni, seguono immediatamente i membri eletti, o, in mancanza, a scelta del Consiglio Direttivo fra i Soci.

Se si devono sostituire più di tre Consiglieri sono necessarie nuove elezioni.

Per la validità delle deliberazioni occorre il parere favorevole della maggioranza dei Consiglieri presenti, in caso di parità la deliberazione è approvata o respinta con il doppio voto del Presidente.

Il Consiglio Direttivo è investito dei poteri per la gestione ordinaria del Gruppo ed in particolare gli sono riconosciute tutte le facoltà per il raggiungimento degli scopi Sociali che non siano dalla legge e dal presente statuto riservate,in modo tassativo,all’Assemblea dei Soci.

Spetta al Consiglio Direttivo l’amministrazione del patrimonio sociale, la formazione del bilancio di previsione con il relativo programma d’azione, la stesura del conto consuntivo, la relazione sull’attività svolta e la programmazione dell’attività futura.

Delle riunioni del Consiglio Direttivo dovrà essere redatto apposito verbale firmato dal Presidente e dal Segretario e verrà conservato presso la sede sociale.

Gli avvisi di convocazione del Consiglio sono inoltrati ai Consiglieri almeno 48 ore prima dell’incontro e devono contenere gli argomenti da trattare.

Il Consiglio Direttivo può predisporre un Regolamento interno purché non in contrasto con la Legge o con il presente Statuto.

Il Consiglio Direttivo deve istituire e tenere aggiornati i seguenti libri e registri:

  • il libro dei Soci
  • il registro delle Assemblee dei Soci
  • il libro delle delibere del Consiglio Direttivo
  • il libro inventario del patrimonio Sociale
  • il giornale delle entrate

Il Segretario e il Presidente devono numerare e firmare ogni pagina di detti registri e sono responsabili della loro tenuta.

Art. 7 Il Presidente, il Vicepresidente, il Segretario

Il Presidente ha, in unione con gli altri membri del Consiglio Direttivo, la responsabilità dell’amministrazione del Gruppo e lo rappresenta in giudizio e nei confronti di terzi.

Il Presidente convoca e presiede il Consiglio Direttivo e l’Assemblea dei Soci.

Cura l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea. Nei casi di urgenza può esercitare i poteri del Consiglio Direttivo, salvo ratifica alla prima riunione. Può convocare in seduta straordinaria l’Assemblea dei Soci.

In caso di assenza o di legittimo impedimento sarà sostituito dal VicePresidente ed in mancanza di entrambi, dal Consigliere più anziano di età.

Il Vicepresidente sostituisce, in sua vacanza, il Presidente e ne esercita i poteri. Coadiuva nelle loro attività il Presidente e il Segretario.

Il Segretario assiste il Consiglio Direttivo, redige i verbali delle relative riunioni, assicura l’esecuzione delle deliberazioni e provvede al normale funzionamento degli uffici.

Il Segretario è responsabile, insieme al Presidente, della tenuta dei registri dai quali risulta la gestione contabile del Gruppo.

Art. 8 Il Patrimonio

Il patrimonio del Gruppo è costituito da:

  • quote annuali di adesione dei Soci
  • eventuali contributi di Enti Pubblici e/o Privati
  • eventuali donazioni e atti di liberalità
  • eventuali proventi derivanti dalla gestione di attività del Gruppo
  • dai beni immobili che divenissero di proprietà del Gruppo
  • dalle attrezzature acquisite e/o comperate in proprio dal Gruppo
  • dagli eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio

Art. 9 Scioglimento del Gruppo

Il Gruppo ha durata illimitata.

L’eventuale scioglimento del Gruppo sarà deciso soltanto dall’Assemblea dei Soci con le stesse modalità previste per l’Assemblea Generale.

In caso di scioglimento del “Gruppo Gastrofili Val d’Alpone” i beni patrimoniali saranno devoluti ad analoghe associazioni che perseguono scopi analoghi a quelli previsti nel presente statuto, tale scelta verrà fatta dal Consiglio Direttivo.

Art. 10 Norma finale

Il presente statuto così modificato è stato approvato dalla maggioranza qualificata dei Soci aventi diritto di voto riuniti in assemblea, a norma dell’ art.19 precedente statuto, il 25 gennaio 2009.

Per tutto ciò che non è espressamente contemplato nel presente statuto valgono le norme del Codice Civile.

Cattignano, lì 25 gennaio 2009

Firmato

Il Presidente

Elio Magnabosco

Il Segretario

Luigi Giarolo

Registrato presso l’Agenzia delle Entrate Ufficio di Soave il 09/02/2009 Atti Privati Serie 3 n.382