Menu

SQM LIVE

Il Gruppo Gastrofili Val d’Alpone è da tempo impegnato in prima linea nella lotta all’inquinamento luminoso e collabora in tal senso all’attività di VenetoStellato, il coordinamento regionale veneto contro l’inquinamento luminoso.
La località di Cattignano (Fraz. di S.Giovanni Ilarione) è uno dei siti astronomici di osservazione protetti dalla Legge Regionale Veneto n° 17/2009 (ALLEGATO B previsto dall’articolo 8, comma 1).

Presso la nostra sede di Cattignano, da marzo 2015, abbiamo quindi installato una centralina SQM (Sky Quality Meter), ovvero un dispositivo per la rilevazione della brillanza del cielo notturno.

Con tale strumentazione vogliamo anche noi dare il nostro contributo ad un progetto nato presso l’Osservatorio astronomico di Nove, sede dell’associazione VenetoStellato, che ha installato la prima Stazione di Monitoraggio dell’Inquinamento Luminoso (SMIL) fissa in Veneto.

La brillanza del cielo è l’indicatore più preciso e affidabile di quanto un cielo notturno sia modificato nella sua luminosità dalla luce artificiale. In parole povere, la distanza tra il dato rilevato e un cielo perfettamente buio fornisce la misura di quanto inquinamento luminoso raggiunga la località dove vengono effettuate le misure. Effettuare questo monitoraggio in continuo, fornisce, nel tempo, una stima attendibile di come stia evolvendo la situazione dell’inquinamento luminoso, in un raggio di 200 Km.

Come si leggono i dati rilevati dalla nostra centralina SQM:

1) La casella “Reading in mag/Sq Arcsec” fornisce il dato rilevato in magnitudini per arcosecondo e corrisponde alla luminosità del cielo.
Si tenga presente che sotto un cielo perfetto il valore dovrebbe essere prossimo a 22,00: quindi tanto è più basso di 22 quel valore, tanto più è inquinato il cielo.

2) La casella “NELM” indica la magnitudine stellare teorica visibile ad occhio nudo.

3) La terza casella indica data e ora dell’ultimo rilevamento.

4) la quarta Casella indica rispettivamente l’altezza della luna rispetto all’orizzonte e la fase corrente (100% luna piena).

Ricordiamo che: 
– La magnitudine è una grandezza usata in astronomia per misurare la luminosità delle stelle (e degli altri oggetti celesti). Punti di riferimento sono:
Sole = –26,8
Luna piena = –12,6
stella Sirio = –1,5
limite delle stelle più deboli visibili ad occhio nudo = +6
– L’arcosecondo quadrato è il quadratino di cielo di lato pari ad un arcosecondo di grado, cioè la 3600-ma parte di un grado (la Luna, ad esempio, ha un diametro di mezzo grado, quindi 1800 secondi d’arco).

La finestra del grafico mostra i dati delle letture effettuate nella notte ogni cinque minuti ed è visibile la variazione della luminosità del cielo. Forti variazioni di lettura sono dovute o a luci accese nelle vicinanze o più verosimilmente a transito di nubi.


lettura

letture SQM aggiornate ogni giorno
grafico letture mag/Sq Arcsec luminosità del cielo

letture SQM aggiornate ogni giorno
grafico magnitudine stellare teorica visibile ad occhio nudo

letture SQM aggiornate ogni giorno

 

pagina precedente

pagina successiva